Contestualismoimmaginario's Blog


World Social Forum 2009: CONCLUSIONI

Fonte: LINK

Belem, Amazzonia. Il Forum Sociale Mondiale 2009 si incontra all’interno del polmone verde del pianeta, riprendendo i fili di nove anni di confronti, riflessioni e sperimentazioni. Anche quest’anno, come Fair, saremo presenti al Forum. Ci saremo all’interno dell’organizzazione stessa, incaricati assieme agli amici di ASUD dal World Social Forum di comunicare l’evento ai media internazionali e nazionali.

[Fair] al World Social Forum di Belem 2009 (documento RTF 640kb)
A4_programme_ES_WSF09_digital_ENG.pdf (programma, PDF 230kb)
WSFOwinfsprogramFinal.pdf (programma, PDF 200kb)

Ma ci saremo anche con il nostro specifico di organizzazione dell’economia solidale, membro di Ifat, e promotrice di campagne sul commercio internazionale e sui diritti del lavoro. Saremo infatti coinvolti negli eventi di SeattleToBrussels e Our World Is Not For Sale, per chiedere regole chiare ed eque nel commercio globale. Ma anche nelle iniziative del movimento del commercio equo internazionale, non ultima la fiera che si terrà a Belem in quei giorni.
Abbiamo scelto di rimanere in contatto con chiunque di voi abbia la curiosità, l’interesse di seguire lo svolgimento del Forum. Per questo abbiamo pensato a due strumenti, semplici, ma nello stesso tempo efficaci:
[fair]fox – la toolbar di [fair]
La potete scaricare dal sito http://faircoopit.OurToolbar.com e vi consente di rimanere in contatto con i progetti, con le campagne e con le iniziative di [fair]. C’è una piccola finestra chat, utile proprio per rimanere in contatto diretto con chi di [fair] sarà a Belem.
[fair]watch – il blog di [fair]
E’ l’oramai conosciuto blog di [fair], che per l’occasione diventa finestra aperta sul Forum e sulle attività seguite da Fair. Trovate tutti gli aggiornamenti, assieme ad altre notizie, su http://www.fairwatch.splinder.com/

Il Forum sociale mondiale è tornato a Belem …!

ed a partire dal 15 gennaio comincerà da Roma una staffetta di conferenze stampa simultanee tutt’intorno al pianeta

Dal 27 gennaio al 1 febbraio nel cuore dell’Amazzonia migliaia di delegati provenienti da più di 4000 movimenti, popoli indigene, sindacati, realtà della società civile, ONG e chiese si incontrano di nuovo tutti insieme per dimostrare che un altro mondo è già possibile

Piùdi 4000 organizzazioni sociali e indigene provenienti da 65 Paesi di tutto il mondo si riuniranno a Belem, nell’Amazzonia brasiliana, per celebrare la 9a edizione del Forum sociale mondiale con sessioni plenarie, seminari, workshop ,cerimonie, attivitàsportive e artistiche.

Il World Social Forum è uno spazio aperto, plurale, diversificati, non governativo e non di parte che stimola la discussione, e la riflessione, decentrata per costruire esperienze di scambio ed alleanze tra i movimenti e le organizzazioni impegnate in azioni concrete per un mondo piùgiusto e democratico.

Perché ci sono milioni di donne e uomini, organizzazioni, reti, sindacati in tutte le parti del mondo che lottano, con tutta la ricchezza della loro pluralitàe diversitàe le loro alternative e proposte, contro il neoliberismo, la guerra, il colonialismo, il razzismo e il patriarcato. E affrontano da anni crisi ed emergenze sociali, ambientali, economiche e finanziarie grazie all’autorganizzazione popolare, dal basso.

A Belem si incontreranno movimenti e realtàprovenienti da Argentina, Bangladesh, Belgio, Bolivia, Brasile, Burkina Faso, Canada, Cile, Cina, Colombia, R.D. Congo, Costa d’Avorio, Cuba, Danimarca, Repubblica Dominicana, Ecuador, Egitto, Inghilterra, Finlandia, Francia, Guyana francese, Germania, Guinea, Haiti, India, Israele, Italia, Giappone, Giordania, Libia, Kenya, Mali, Messico , Marocco, Nepal, Paesi Bassi, Nicaragua, Nigeria, Norvegia, Pakistan, Palestina, Paese Basco, Paraguay, Perù, Filippine, Russia, Senegal, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera, Tanzania, Turchia, Uruguay, Stati Uniti, Venezuela, Zambia, Zimbabwe, e molti altri …

Dall’Africa all’Amazzonia

Le prime tre edizioni del Foro, cosi come la quinta, si sono tenute a Porto Alegre (Stato di Rio Grande di Sul, Brasile) nel 2001, 2002, 2003 e 2005. Nel 2004 l’evento mondiale ha raggiunto per la prima volta l’India, e nel 2006, in una costante espansione, il FSM è stato decentrato e si è tenuto in tre Paesi di diversi continenti: Mali (Africa), Pakistan (Asia) e Venezuela (Americhe). Nel 2007 si è tornati ad un formato centralizzato e si è tenuto in Kenya (Africa).

Nel 2008, per evidenziare questo processo, è stata organizzata una Giornata mondiale di Azione e mobilitazione il 26 gennaio, nell’ambito della quale si sono tenute oltre 800 attivitàed azioni autogestite in piùdi 80 Paesi

Oggi è il momento di tornare in Brasile dove le tante possibili risposte dal basso alla crisi globale – economica, finanziaria, ambientale e alimentare – saranno presentate nella particolare prospettiva dei movimenti indigeni. Il Consiglio Internazionale del FSM ha deciso, infatti, di celebrare la nona edizione del WSF a Belem, nel cuore profondo dell’Amazzonia – che abbraccia nove Paesi come la Bolivia, il Brasile, la Colombia, l’Ecuador, la Guyana, il Perù, il Suriname e il Venezuela – perché essa è molto piùdi territorio, ma è giàdi per sé la protagonista della manifestazione.

La Giornata Pan-Amazzonica

La seconda giornata del FSM 2009 (il 28 gennaio) sarà completamente dedicata ai 500 anni di resistenza, realizzazioni e prospettive afro-indigene e popolari. Nella Giornata Pan-Amazonica, organizzata in parallelo rispetto al quinto Social Forum Pan-Amazonico, popoli e movimenti di tutta l’Amazzonia parleranno con il mondo e lanceranno alleanze mondiali utilizzando, tra l’altro, i metodi tradizionalmente propri del Forum sociale Pan-amazzonico come i No Borders Meeting, le carovane su strada e via fiume. Questa decisione del Comitato internazionale ha materializzato il desiderio di rendere il WSF 2009 uno spazio dove tutti i movimenti panamazzonici potessero assumere un proprio volto e una propria voce.

Il programma: www.fsm2009amazonia.org.br/wsf2009-amazon/day-of-pan-amazon


Le iniziative, le conferenze stampa ed il programma

Belem expanded

Le organizzazioni di tutto il mondo possono partecipare anche al FSM 2009 anche collegando le proprie attività, iniziative, gruppi e mobilitazioni via Internet, tv e radio. Da Bogotà a Kinshasa, da Malmo alla Palestina, da Parigi a Falluja, più di 100 iniziative di connessione sono già in piedi. In Messico, a seguito di una chiamata nazionale alla mobilitazione, verranno organizzati due giorni di attività parallele al Forum nella capitale e in altre quattro grandi città. Uniperiferia, organizzazione di Pelotas, nel Sud del Brasile, organizza un Social Forum Online delle Periferie che consentirà ad oltre 1000 persone di riunirsi per una tre giorni di dibattiti e attività culturali, connettendosi tra gruppi di tutto il mondo. In Francia e in Germania verranno animati forum locali per discutere degli effetti della crisi finanziaria e delle alternative proposte all’interno del processo del World social Forum.

Belem expanded sarà un territorio virtuale costruito per ospitare le iniziative decentrate e le connessioni con il territorio amazzonico. L’idea è quella di consentire la partecipazione di soggetti che non possono essere presenti a Belem, promuovere lo scambio di esperienze, la costruzione di convergenze e il rafforzamento delle alleanze.

I momenti di collegamento tra le attività possono essere realizzate utilizzando strumenti Internet (come le chat testuali, audio o le video conferenze), o servendosi di altre tecnologie di comunicazione (come le trasmissioni radiofoniche, le lettere e altro). I partecipanti di Belem expanded sono invitati ad utilizzare il sito web OpenFSM per il collegamento con partner, individuare organizzazioni simili in altri Paesi e costruire convergenze prima, durante e dopo il FSM 2009.

Si consiglia una visita al Club Belem expanded openfsm.net/projects/club-belemexpanded -, che vuole riunire gli organizzatori delle attività decentrate e facilitare i momenti di interconnessione.

Conferenze stampa

A partire dal 15 di gennaio comincerà da Roma una staffetta di conferenze stampa simultanee tutt’intorno al globo per aumentare la consapevolezza dei media sul Forum Sociale Mondiale e per presentare le eventuali iniziative nazionali. Un Press pool globale è già al lavoro per coordinare gli sforzi e per organizzare i collegamenti. Gli addetti stampa interessati a partecipare possono partecipare on-line alle chat via internet della Commissione comunicazione del WSF ogni mercoledì su Skype (19 ora di Parigi) (basta inviare il proprio Skype ID a Monica Di Sisto monica.disisto@faircoop.it e Thiago Benicchio dell’ufficio del WSF a Sao Paolo: thiago.wsf@gmail.com) e/o partecipare alle seguenti mailing list:

– Commissione Comunicazione

openfsm.net/projects/communication-commission/lists/communication-commission, che contiene tutte le email scambiate tra i gruppi di lavoro

openfsm.net/projects/wsfcomrespondents/lists/wsfcomrespondents, mailinglists di coloro che si possono mobilitare in momenti chiave per supportare la comunicazione!

www.fsm2009amazonia.org.br è il sito ufficiale del WSF 2009 ed è on line. A partire da ora sarà il principale strumento di comunicazione per l’organizzazione di azioni, nonché la principale fonte di informazioni sul Forum sociale mondiale 2009.

Giornalisti professionisti da decine di Paesi dei cinque continenti sono attesi a Belem per il Forum Sociale Mondiale 2009. Si possono registrare gratuitamente tramite il sito internet inscricoes.fsm2009amazonia.org.br

Per contattare il gruppo di comunicazione WSF 2009 scrivere a:

Generale: comunicacao@fsm2009amazonia.org.br

Press pool globale: Monica Di Sisto monica.disisto@faircoop.it

Media alternativi

Il WSF 2009 sarà come di consueto, uno spazio per partecipare all’avventura dei media alternativi. CIRANDA è uno spazio condiviso per la comunicazione, in cui i comunicatori produrranno e riceveranno informazioni sulle novità relative al Forum sociale mondiale. Iscriviti per contribuire a questa azione di comunicazione (www.ciranda.net)

WSFTV (www.wsftv.net) è uno spazio aperto per la pubblicazione di video relativi al Forum sociale mondiale. Basta attenersi al documento dei Principi del WSF e rispettare il concetto di Creative Commons.

Il FORUM DELLE RADIO (openfsm.net/projects/fsm2009radio/summary) potrà mobilitare i network radiofonici per collegare persone e movimenti durante il Forum sociale mondiale

OPEN FSM è uno strumento internet di condivisione della mobilitazione. Viene utilizzato per preparare le azioni e le attività pubblicare i risultati e le iniziative, nonché un punto di incontro per gli individui e le organizzazioni intorno al pianeta (www.openfsm.net)

COMUNICARE PER MOBILITARE, MOBILITARE PER COMUNICARE !

L’Accampamento dei giovani

Lo Youth camp si terrà presso il Politecnico federale rurale dell’Università degli Studi dell’ Amazzonia (UFRA). Lo spazio verrà dotato di servizi igienici, docce e zone per le attività auto-gestite, l’assistenza sanitaria, l’informazione e la sicurezza. Il UFRA supporterà anche portare i principali eventi legati alla Giornata pan amazzonica (28 gennaio).

Segui il blog acampamentodajuventude.wordpress.com

per maggiori informazioni e notizie sulla preparazione della Youth Camp.

Per altre notizie sul WSF2009, visitate il sito: www.fsm2009amazonia.org.br

E-mail: acampamento@fsm2009amazonia.org.br

I Forum paralleli al WSF 2009

Storicamente, dal 2001, nelle stesse date, o in date vicine a quelle del World Social Forum, si svolgono forum tematici paralleli al WSF per la condivisione dell’idea di un altro mondo possibile. Questi eventi, tuttavia, seguono autonome dinamiche, organizzazioni e metodologie.

FAL e Fala

La I Assemblea del Forum delle Autorità Locali del Rio delle Amazzoni (Fala) e l’VIII Assemblea del Forum delle Autorità Locali (FAL), si terranno a Belem, dal 30 Gennaio al 31.

Gli eventi si terranno nel Convention Center del Rio delle Amazzoni – Hangar, parallelamente alla programmazione del Forum Sociale Mondiale (FSM) di Belem e sono promossi dal governo del Para, attraverso il coordinamento della cooperazione internazionale, e il gruppo promotore di Red FAL.

Dal 2001, quando si è tenuta la prima edizione del Forum sociale mondiale di Porto Alegre, si è celebrato anche il Forum delle autorità locali, uno spazio per l’articolazione tra i rappresentanti dei governi di tutto il mondo e i movimenti sociali.

Il Fala è destinato ad essere uno strumento per l’integrazione, che riunisce rappresentanti del governo amazzonico alla ricerca di soluzioni ai problemi della povertà e della distruzione delle risorse naturali nella regione.

Ulteriori informazioni: www.falfala.orgwww.redfal.org

VI Forum mondiale per l’istruzione

Il World Education Forum (WEF) si terrà a Belem, nei giorni 26 e 27 Gennaio, e punta a consentire la costruzione di reti che incorporano le persone, organizzazioni e movimenti sociali e culturali locali, regionali, nazionali e mondiali per confermare l’istruzione pubblica per tutti come inalienabile diritto sociale, garantito e finanziato dallo Stato, nella prospettiva di una società attenta, radicalmente democratica, egualitaria ed equa. L’ubicazione della manifestazione non è ancora confermata.

Ulteriori informazioni:

Segretariato esecutivo della IC-WEF

Tel / Fax: 55 (11) 3021-0670

E-mail: secretaria@forummundialeducacao.org

www.forummundialeducacao.org

V Forum mondiale dei giudici

Il V Forum mondiale dei giudici si terrà a Belem, dal 23 al 25 gennaio, 2009, presso il Convention Center del Rio delle Amazzoni – Hangar. L’evento è incentrato su “magistratura, ambiente e diritti umani”, e punta a promuovere il coordinamento tra paesi per un sistema giudiziario democratico e impegnato per l’inclusione sociale.

Il Forum mondiale dei giudici si celebra dal 2002 e ha avuto tre delle sue edizioni a Porto Alegre e una a Buenos Aires (2004).

Ulteriori informazioni: www.forumjuizes.org

Forum parlamentare mondiale

Il VI Forum parlamentare mondiale (WPF) è previsto per i giorni 28-30 gennaio nella capitale del Para, con il tema: Presente e futuro del Rio delle Amazzoni (progetti di sviluppo, di integrazione regionale, di comunicazione, di pace e di sicurezza comune, cambiamenti climatici e la biodiversità le popolazioni tradizionali); processo di integrazione regionale, l’integrazione nelle istituzioni democratiche dei parlamenti regionali; migrazione.

Il primo Forum si è tenuto a Porto Alegre, con la partecipazione di parlamentari provenienti da diverse parti di tutti i continenti che si identificavano con il processo del WSF. I seguenti eventi a Porto Alegre (2002 e 2003), Mumbai (2004) e Porto Alegre (2005), sono stati un importante spazio per la discussione di una agenda sociale per il mondo.

III Forum Mondiale della Teologia della Liberazione

Dal 21 al 25 gennaio si terràa Belem il III Forum mondiale su Teologia e Liberazione. In programmazione, ogni giorno, sarà una celebrazione religiosa di un altro continente, seguita da conferenze, dibattiti e workshop, che coprono vari argomenti, quali: acqua, terra e la teologia, la razza, etnia, sesso, economia solidale.

La prima e la seconda edizione del Forum Mondiale della Teologia della Liberazione hanno avuto luogo a Porto Alegre, in Brasile, e a Nairobi, in Kenya.

L’evento ha l’obiettivo della costituzione di una rete internazionale di teologie contestuali eredi e/o identificate con la Teologia della Liberazione e di fornire uno spazio aperto di vivida riflessione per l’interazione con la teologia della società contemporanea. www.wftl.org

Ulteriori informazioni: www.wftl.org

Segretariato del comitato locale della III WFTL

+55 (91) 4006.9060 / Belem – PA – Brasile

E-mail: colfmtl@gmail.com

Forum sulle scienze e la democrazia

Il Forum sulle scienze e la democrazia è un’iniziativa creata da ONG, organizzazioni della società civile (OSC), sindacati e rappresentanti della comunità scientifica in tutto il mondo. Il Forum è stato creato come uno spazio che punta a estendere i principi democratici ai campi della scienza e della tecnologia, e di sostenere nuove iniziative e nuove forme di partnership tra i movimenti sociali, i cittadini, e il mondo della ricerca scientifica e tecnologica.

Questi incontri decentrati vogliono stimolare la condivisione di esperienze e l’articolazione tra le organizzazioni e movimenti impegnati in azioni concrete, al fine di costruire un altro mondo che rispetti la democrazia e la giustizia di fronte a un cambiamento scientifico e tecnologico del paesaggio, sia a livello locale e livello globale.

fsm-sciences.org

————————————————– ———————- —————————————

Ufficio FSM 2009 a Belém

Address: 40, Presidente Pernambuco Street ” Back Building of Ouvidoria do Estado

Largo da Trindade. Batista Campos. Belém – Parà- Brasil – ZIP Code 66823-010

Phone: +55-91-3230-2326 – E-mail: escritorio@fsm2009amazonia.org.br

—————————————————————————————————————-

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: